Cultura

Il Sud e i territori della Saga di Gunnar

Prossimo viaggio previsto: 11 — 18 settembre 2021; Il Sud e i territori della Saga di Gunnar

L’ambizione del mio progetto, Un italiano in Islanda, è stata fin dall’inizio quella di andare contro alla tendenza di vedere l’Islanda come una meta naturalistica e fotografica. Questo è un Paese diverso dagli altri: la sua storia e la sua cultura non si presentano in modo ovvio al visitatore attraverso la presenza di monumenti artistici e architettonici, e comprenderlo a fondo richiede un’atteggiamento diverso e una sensibilità particolare.

Le tracce del passato islandese non sono altrettanto ovvie di quanto lo possono essere altrove, ma questo è un Paese con una storia densissima di eventi e una cultura estremamente ricca e sofisticata. È molto facile lasciarsi sfuggire tutto ciò, e pensare di trovarsi in un Paese dove l’unica attività, nei secoli passati, dovesse essere la lotta per la sopravvivenza; e invece, fin dalla sua mitica colonizzazione, l’Islanda è stata pienamente inserita nelle dinamiche culturali del nostro continente e, nonostante il suo isolamento, ha prodotto una delle letterature più ricche e innovative del mondo. Non solo: mentre, da un lato, gli islandesi si recavano spesso in pellegrinaggio fino a Roma, Bari e oltre, la loro isola veniva anche regolarmente visitata da mercanti dal continente, inclusi alcuni italiani, e fu addirittura attaccata da pirati musulmani! In tempi recenti è stata un’importante base alleata, nonché il luogo designato per la conclusione della guerra fredda.

Oltre alla storia e alla letteratura, però, esiste anche un ricchissimo patrimonio di leggende, racconti popolari, credenze, superstizioni, tradizioni e costumi che aggiungono un velo ulteriore di fascino all’esperienza. Venire in Islanda ignorando tutto questo sarebbe come andare a Venezia per vedere la laguna, ignorando la città! Tuttavia, se non notare Venezia risulta piuttosto difficile al visitatore che si avvicina alla laguna, è facile cedere alla tentazione di lasciarsi catturare dalla maestosità del panorama islandese e dimenticarsi che quel panorama è lo sfondo di una cultura millenaria dalle caratteristiche stupefacenti e irripetibili.

Il viaggio

7 notti/8 giorni

1990€

Hotel 3/4 ⭐️

  • Prenotazioni aperte fino al 20 agosto 2021.
  • Numero massimo di partecipanti: 20

L’itinerario si svolgerà lungo un periodo di 8 giorni e 7 notti, tra l’11 e il 18 settembre, e si concentrerà sul sud, in particolare sui territori teatro della Saga di Gunnar, quasi completamente sconosciuti al turismo di massa. Ognuno riceverà una copia della mia traduzione italiana della saga, un comodo volume tascabile che si rivelerà un prezioso compagno di viaggio, e che offrirà un valore aggiunto all’esperienza. Impareremo a conoscere questo epico racconto medievale, il cui valore letterario sta venendo riscoperto solo ora, e potremo calpestare lo stesso suolo su cui sono vissuti i suoi personaggi. Non solo: ripercorreremo insieme alcuni dei capitoli più affascinanti della storia di questi luoghi e dell’Islanda nel suo complesso, avvicinandoci alla sua natura maestosa con l’atteggiamento giusto per poter trarre il massimo da questa esperienza. Visiteremo anche alcune mete classiche dislocate sul nostro percorso: esploreremo i dintorni della capitale, meraviglie naturali e storiche come cascate e geyser, e ci spingeremo fino alle lagune glaciali, con numerose sorprese lungo il tragitto.

Inclusi nel prezzo

Traghetto per Viðey

Un angolo nascosto, pregno di storia e di bellezze naturali, nel golfo della capitale.

Escursione in anfibio

Per vedere da vicino gli iceberg della laguna glaciale di Jökulsárlón.

Escursione in trattore

Oltre le pianure costiere per raggiungere uno dei luoghi più nascosti e significativi della storia islandese.

Per un preventivo, programma dettagliato, domande, o per chiedere informazioni senza impegno, invia una mail cliccando sul bottone dedicato qui sotto:

Maggiori dettagli riguardo al viaggio sono anche disponibili sul sito dell’agenzia:

Galleria immagini

Sono laureato in lingue scandinave e ho una laurea magistrale in studi medievali islandesi ottenuta all’Università d’Islanda. Ora sto facendo un dottorato alla stessa università (con una ricerca sui manoscritti del tardo medioevo islandese) dove insegno o ho insegnato varie cose, come antico islandese, manoscritti islandesi o lingua e letteratura italiana. Ho lavorato anche come traduttore e ogni tanto faccio la guida per Italiani qui in Islanda. In Diana trovate una mia traduzione dei testi medievali sulla scoperta dell’America da parte dei popoli nordici dal titolo “Saghe della Vinlandia”, mentre in Iperborea ho pubblicato una traduzione di un racconto medievale islandese dal titolo “Saga di Gunnar”.

0 commenti su “Il Sud e i territori della Saga di Gunnar

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: